Descrizione progetto

Nuovo terreno di sfida della nostra agenzia è stata la comunicazione politica. In occasione delle elezioni amministrative 2014, La Comunicazione ADV ha curato la campagna elettorale della lista civica Giungano Democratica, contribuendo al suo schiacciante successo. Difatti, su 890 votanti (pari all’84.12% dell’intero territorio giunganese) la lista “Giungano Democratica”, capeggiata dal già decennale Sindaco Francesco Palumbo, ha ottenuto 586 preferenze (67.04% dei voti) contro le sole 288 (32.95%) della lista avversaria.

Fra le attività svolte da La Comunicazione ADV:

– cura della comunicazione pubblica (diretta fra macchina amministrativa e cittadini/elettori);

– creazione e gestione giornaliera dei Social Network Facebook, Twitter, Google+ e Youtube, con aggiornamento quotidiano di testi, hashtag e mention;

– ricerca, inserimento e creazione immagini per ogni occasione/comizio (immagine correlata da testo impresso);

– creazione di album, organizzazione eventi/comizi sui Social, post in tempo reale durante comizi elettorali;

cura della comunicazione sui media locali (giornali, radio, TV);

interviste pre/post comiziointerviste-video in stile “radiofonico” caricate sul canale Youtube dedicato;

ideazione e montaggio del video ufficiale di “Giungano Democratica”, utilizzato nel corso di tutti i comizi.

La nostra agenzia ha investito su una campagna elettorale completamente innovativa che ha avuto, come suoi maggiori punti di forza, il web e il mondo dei social. Il tutto per rendere sinergica e diretta la comunicazione fra i rappresentanti dell’amministrazione e i cittadini/elettori. Il prossimo passo sarà la realizzazione di un sito internet/blog per la vittoriosa “Giungano Democratica”, dedicato agli elettori stessi che avranno così modo di verificare direttamente l’operato degli eletti e porre personali quesiti.

“Le persone si stanno abituando sempre più ad interagire. Sempre più di rado le comunicazioni sono unidirezionali, sempre più frequentemente l’utente ha la possibilità di dire la sua, di commentare, di relazionarsi con il proprio interlocutore. L’era della presenza è anche l’era della partecipazione. E la partecipazione porta, o dovrebbe portare, alla consapevolezza.” (Staff Barack Obama)